News

RAPPORTI INTERNAZIONALI - Il piano di lavoro per il 2013 adottato dalla Direzione sanità e consumatori della Commissione europea

Alberta Sciachì  - 08.01.2013 16:45

Ogni anno la Commissione europea adotta un piano di lavoro specifico per l’attuazione del programma pluriennale d'azione comunitaria in materia di salute. Nel documento annuale si definiscono le priorità e gli interventi da attuare, stabilendo anche le risorse finanziarie stanziate per realizzarli.

Il piano di lavoro 2013 è stato adottato il 28 novembre 2012 e pubblicato nella Gazzetta ufficiale l'8 dicembre 2012. Il relativo invito a presentare proposte viene presentato a breve distanza di tempo.

La particolare attenzione della Commissione nel seguire concretamente tali iniziative è determinata dalla convinzione, esplicitamente dichiarata, che la salute dei cittadini è di primaria importanza per la società e l'economia, costituendo pertanto un fattore essenziale al fine di raggiungere gli obiettivi della strategia Europa 2020, che punta ad una crescita intelligente, sostenibile e solidale.

“Nel contesto dell'attuale crisi economica - dichiara la Direzione generale sanità - il piano di lavoro affronterà le nuove sfide in campo sanitario. Inoltre, porterà avanti le attività nei settori più "tradizionali" e spianerà la strada al nuovo programma “Salute per la crescita”, da avviare all'inizio del 2014, unendo gli interventi per il presente con quelli per il futuro programma”.

Per il 2013 i principali progetti previsti riguardano i seguenti ambiti:

  • Invecchiamento attivo

  • Malattie croniche

  • Metodi efficaci per investire nella salute e nel personale sanitario

  • Diritti e sicurezza dei pazienti

  • Indicazioni e dati, in particolare sui sistemi sanitari sostenibili.

Come si può notare non si tratta solo di azioni congiunte tra Unione e Stati nazionali per le ormai tradizionali attività di carattere specificamente medico-clinico, come la garanzia di qualità nel trattamento globale dei tumori, la farmacovigilanza o la sicurezza e qualità dei tessuti. Accanto a simili iniziative, sempre di fondamentale valore, il piano di lavoro intende, infatti, dare sostegno all'attuazione della legislazione in materia di assistenza transfrontaliera, per garantire effettivamente diritti e sicurezza dei pazienti. Nella stessa ottica si colloca anche il progetto di raccolta dei dati sul problema della sostenibilità, organizzativa e finanziaria, dei sistemi sanitari nazionali, di vitale importanza nell’attuale crisi economica, come confermato anche dall’interesse per la ricerca di metodi d’investimento efficaci.

Il piano di lavoro 2013 fornisce dunque ai Paesi membri consigli ed informazioni al fine di supportare la loro azione in campo sanitario e di contribuire a costruire “sistemi sanitari moderni, sostenibili ed efficaci in termini di costi, per rispondere alle future esigenze e alle sfide del settore a livello europeo.”

Tutte le azioni finanziate nell'ambito del piano di lavoro sono dirette a produrre un valore comunitario aggiunto, sostenendo gli sforzi degli Stati membri in campi in cui un intervento nazionale non sarebbe fattibile o efficace.

Il bando per la presentazione delle proposte relative ai progetti in programma è pubblicato sul seguente sito internet: Executive Agency for Health and Consumers (EAHC).