News

ISTITUZIONI - La necessità di una norma che sancisca nuovi ticket

 - 18.04.2013 09:44




Il Documento di economia e finanza 2013 approvato la scorsa settimana dal Governo contiene un’analisi approfondita della spesa sanitaria pubblica in riferimento al periodo che va dal 2012 al 2017.

Ecco il quadro di riferimento per i prossimi 5 anni:

  • 2013: la spesa sanitaria prevista è di 111,108 miliardi di euro con un’incidenza sul Pil del 7,1%;

  • 2014: la spesa sanitaria prevista è di 113,029 miliardi di euro con un’incidenza sul Pil del 7,0%;

  • 2015: la spesa sanitaria prevista è di 115,424 miliardi di euro con un’incidenza sul Pil del 6,9%;

  • 2016: la spesa sanitaria prevista è di 117,616 miliardi di euro con un’incidenza sul Pil del 6,8%;

  • 2017: la spesa sanitaria prevista è di 119,789 miliardi di euro con un’incidenza sul Pil del 6,7%.

Dopo aver preso visione di tali dati, si può desumere che la causa principale del “salto” di spesa tra il 2013 e il 2014 deve essere necessariamente ricondotta alla mancata introduzione dei nuovi ticket.

Da sottolineare che, nel Def 2013, alla luce della sentenza della Corte Costituzionale che ha decreto l'illegittimità dello strumento regolatorio per la determinazione dei nuovi ticket (previsto dal decreto Tremonti del 2011), il Ministero dell'Economia ha per il momento incrementato di 2 miliardi la spesa sanitaria dal 2014, ribadendo poi che per inserire i ticket servirà una nuova legge.

Scarica: Documento di economia e finanza 2013