News

ORGANI ASSOCIATIVI - Consiglio nazionale, riunione del 5 giugno 2012 (sintesi)

Alberta Sciachì - 26.09.2012 16:00

Si è svolta a Roma il 5 giugno scorso una riunione del Consiglio nazionale particolarmente importante, perché destinata all’elezione del Vice - Presidente, dell’Amministratore Tesoriere e di quattro componenti del Comitato Esecutivo per il triennio 2012/2014.

In apertura della riunione il Presidente Pelissero rivolge un cordiale benvenuto ai neo-eletti Consiglieri nazionali: Romani, Costa, Petruzzi, Potito Salatto, Ferlazzo, accolti con applausi. Illustra quindi le modalità di voto in base allo Statuto associativo vigente.

Vengono eletti per acclamazione Barbara Cittadini alla carica di Vice Presidente dell’AIOP Nazionale e Fabio Marchi a quella di Amministratore Tesoriere.

Il Presidente, dopo avere espresso la propria soddisfazione al riguardo, chiede ai Consiglieri di manifestare la loro disponibilità a far parte del nuovo Esecutivo e, al termine della votazione, risultano eletti: Emmanuel Miraglia, Giuseppe Puntin, Enzo Schiavone ed Ettore Sansavini.

Pelissero si complimenta con i neo-eletti, sottolineando nello stesso tempo come tutti i candidati siano amici autorevoli che auspica saranno vicini alla Presidenza per rappresentare le diverse istanze associative.

Prende quindi la parola E. Miraglia, su invito del Presidente, per aggiornare il Consiglio in merito alla sottoscrizione del contratto per le RSA, materia delicata ed importante.

Pelissero esprime apprezzamento per la strategia posta in essere della Delegazione trattante coinvolgendo le Sedi regionali AIOP e la Commissione RSA. Sul tema intervengono con approfondimenti Montecchiesi, Nicchio, De Vizia. Fabio Miraglia, responsabile della Commissione RSA, ringrazia per l’apprezzamento positivo del lavoro della Commissione RSA, che deve proseguire in armonia con l’intera compagine associativa.

Il Presidente chiede quindi al Consiglio se intende approvare il mandato alla Delegazione stessa per chiudere la trattativa per il contratto RSA. La proposta è approvata all’unanimità.

Sempre nell’ambito dei rapporti di lavoro, Pelissero ricorda di aver ricevuto dall’Assemblea generale una sollecitazione per la disdetta del CCNL. Al riguardo comunica che l’Esecutivo esaminerà, con l’ausilio della Commissione trattante, le implicazioni di una tale decisione, per procedere poi ad una discussione approfondita sul tema in Consiglio.

Il Presidente aggiorna infine i presenti riguardo agli ultimi sviluppi dell’azione governativa sulla sanità, considerata una spesa “aggredibile”, per contribuire alla sostenibilità del debito pubblico. In particolare, la quota di spesa sanitaria eliminabile nel 2012 servirebbe ad evitare l’aumento dell’IVA. Il Ministro della Salute Balduzzi al momento esclude tagli automatici e lineari, che possano riguardare anche il personale del servizio pubblico e non solo l’acquisto di beni e servizi. Pelissero conclude che l’AIOP, inserendosi nella dialettica tra Governo e Ministero, deve prendere posizione in favore di quest’ultimo, poiché la spesa sanitaria va ritoccata il meno possibile, evitando ripercussioni pesanti sul comparto privato. Comunica quindi di avere avviato con l’Istituto Bruno Leoni uno studio comparativo sull’evoluzione della spesa destinata alla sanità, peraltro bassa in Italia, al fine di dimostrarne l’incomprimibilità.

Bonanno, su invito del Presidente, riferisce in merito ai contatti avuti al Ministero del Lavoro per risolvere la nota questione dell’EMPAM studiando anche la possibilità di correttivi alla norma vigente. A tale riguardo prendono la parola Beretta e Morello con informazioni relative alla loro situazione regionale.

Il Presidente, prima di concludere la riunione, annuncia che intende promuovere un dialogo costante con tutti gli Associati, attivando un sistema di comunicazione interno attraverso una piattaforma internet.