News

PRIMA PAGINA – Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto legge “Fare”

 - 26.06.2013 17:37




Sulla Gazzetta Ufficiale del 21 giugno 2013 è stato pubblicato il Decreto legge n. 69.

Per la parte che riguarda la sanità, si può evidenziare come siano state apportate modifiche in merito alle multe da comminare alle pubbliche amministrazioni inadempienti. A riguardo, il periodo di sperimentazione del provvedimento di sanzione da 12 mesi è stato dilazionato a 18, mentre il corrispettivo da versare per ogni giorno oltre il limite consentito scende da 50 a 30 euro.

Nasce con il seguente provvedimento l’elenco nazionale dei donatori d’organo per facilitare i trapianti.

Prorogata poi l’autocertificazione da parte delle aziende farmaceutiche delle materie prime importate per la produzione di medicinali.

Inserite anche disposizioni in materia di certificati medici. All’art. 34 è stata aggiunta, rispetto alla versione di una settimana fa, la parte in cui si chiarisce che la trasmissione all’Inps del certificato di parto o del certificato di interruzione di gravidanza “deve essere effettuata esclusivamente per via telematica dalla competente struttura sanitaria pubblica o privata convenzionata con il Servizio sanitario nazionale.

Sempre in merito alle certificazioni sanitarie si è proceduti alla soppressioni dei certificati di sana e robusta costituzione, per alcuni compiti, come per l’ufficiale giudiziario; il certificato di idoneità per l'assunzione nelle lavorazioni non a rischio; il certificato medico di sana costituzione fisica per i farmacisti; il certificato di idoneità fisica per l'assunzione nel pubblico impiego (impieghi civili dello Stato); il certificato di idoneità psico-fisica per i maestri di sci e quella alla conduzione di generatori a vapore; l'idoneità all'esecuzione di operazioni per l'impiego di gas tossici; il certificato per la vendita dei generi di monopolio.

In merito al Fascicolo sanitario elettronico (Fse) permane invece l’obbligo per Regioni e Province Autonome di presentare i piani di progetto entro il 31 dicembre 2014.

C'è poi un capitolo nel provvedimento sulla misure di semplificazione degli adempimenti relativi alla informazione, formazione e sorveglianza sanitaria, previsti dal D.lgs sulla sicurezza sul lavoro (81 del 2008) nei casi in cui la prestazione del lavoratore presupponga una permanenza di breve durata nei luoghi di lavoro (fino a cinquanta giornate lavorative nell'anno solare di riferimento), per evitare la ripetizione, per ragioni solo formali, di adempimenti già svolti dallo stesso o da altri datori di lavoro.

Scarica: Decreto Legge 21 giugno, n69