Sedi Regionali e Provinciali

AIOP CALABRIA – Incontro con il Sub-Commissario Luigi D’Elia

Bernardino Scarpino - 08.11.2012 16:30

Lo scorso martedì 30 ottobre, a seguito delle diverse richieste inviate, il dr. Massimo Miraglia, Presidente Aiop Calabria, ha incontrato il Sub Commissario per la regione Calabria, dott. Luigi D’Elia.

Gli argomenti trattati, così come previsto nella convocazione, sono stati due:

1. Chiarimenti circa l’attività di specialistica ambulatoriale erogabile dalle case di cura;

2. Attivazione dei Punti di Primo Intervento (PPI) nelle strutture private.

Per quanto attiene il primo punto D’Elia ha condiviso l’interpretazione di Miraglia già trasmessa nella nota del 20 settembre, circa la possibilità di erogare prestazioni di specialistica ambulatoriale anche per discipline diverse da quelle per le quali la struttura è accreditata. A conferma di questo ha comunicato di aver già provveduto ad inviare una nota di chiarimento ai Direttori Generali.

In relazione al secondo punto la questione è più complessa. La data prevista per l’attivazione dovrebbe essere gennaio 2013 ma restano ancora da definire alcuni aspetti fondamentali tra i quali:

- Requisiti

- Remunerazione

Sul primo punto si fa riferimento a quanto previsto nel Regolamento n. 13 del settembre 2009. I requisiti, ovviamente, varieranno in funzione della tipologia del PPI (h 12 ed h 24) ed in relazione al numero minimo di accessi previsto in relazione alla tipologia (monospecialistico o multidisciplinare). La soglia minima di accessi sarà concordata con AIOP Calabria.

Sulla remunerazione non si sono ancora definiti i criteri anche in considerazione del fatto che tale servizio era stato originariamente previsto per le sole strutture pubbliche e successivamente è stato esteso anche alle case di cura.

Su questo aspetto è stato richiesto il contributo dell’Aiop. In prima battuta è stata abbozzata una soluzione cosiddetta “mista” che potrebbe essere così strutturata:

a) remunerazione a “funzioni” così come avviene per le strutture pubbliche. Tale remunerazione fissa dovrebbe coprire i costi di gestione (Strutturali-tecnologici ed organizzativi che dovremmo quantificare) indipendentemente dall’utilizzo e dal numero di prestazioni erogate;

b) Remunerazione delle prestazioni erogate non seguite da ricovero (visite-esami diagnostici-piccoli interventi…….) . Per tali prestazioni si potrebbe utilizzare il tariffario della specialistica ambulatoriale;

c) Nessun compenso per le prestazioni seguite da ricovero che saranno remunerate con il relativo DRG.

Ovviamente Aiop Calabria si è riservata di inviare a breve una nostra formale proposta.

In ogni caso è stato convenuto che la remunerazione dei PPI dovrà essere considerata al di fuori del budget concordato per le prestazioni di ricovero.