Sedi Regionali e Provinciali

AIOP TRENTO – Lettera del Presidente Aiop Trento all’Assessore provinciale alla salute

 - 15.11.2012 11:47

Nei giorni scorsi, dopo alcuni incontri tra Aiop e l’Assessorato provinciale alla Salute, il Presidente Aiop Trento dr.Carlo Stefenelli ha scritto una lettera all’Assessore dr.Ugo Rossi, che pubblichiamo integralmente.

Preg.mo Signore

dott. Ugo Rossi

Assessore alla Salute della Provincia di Trento

Egregio Signor Assessore,

si è appena concluso il Consiglio dell'AIOP del Trentino. E' stata esaminata con attenzione la proposta di intesa fra la Provincia Autonoma di Trento e le associazioni rappresentative della sanità privata (AIOP, ARIS ed ANISAP). Si esprime in primo luogo apprezzamento per l'aver per la prima volta proposto la sottoscrizione di un'intesa in ordine alle attività in regime di degenza e di assistenza specialistica previste per l'anno 2013.

Il Consiglio, pur nella ristrettezza dei tempi concessici per un esame approfondito degli effetti della manovra proposta sui nostri bilanci, ha evidenziato come i tagli previsti sia sull'attività di RMN che su quella di degenza comporterebbero una grave sofferenza per le nostre strutture sia in termini economici che organizzativi.

In particolare si esprime perplessità sul pesante ridimensionamento della tariffa per i cosiddetti "DRG ad elevato rischio di inappropriatezza" soprattutto quando essi vengono imposti per prestazioni effettuate a favore di pazienti provenienti dal PS degli ospedali di Trento e Rovereto: è evidente che in tali situazioni l'inappropriatezza non può certo venir ascritta a chi "subisce" una prestazione decisa dai medici della struttura ospedaliera pubblica.

Anche il ridimensionamento delle tariffe per gli esami RMN colpisce soprattutto le prestazioni riservate esclusivamente al privato (esami su scheletro, articolazioni e muscoli) mentre quelle più remunerative, per le quali i tagli sono assai contenuti,  vengono inviate dal CUP solo alle strutture pubbliche.

AIOP del Trentino chiede di avere il tempo materiale di fare una valutazione più approfondita sotto il profilo economico in modo da poter studiare con idonee proiezioni come tamponare l'aggravio di spese e la riduzione di fatturato anche attraverso una riorganizzazione dell'attività di degenza ed ambulatoriale specialistica delle due strutture iscritte alla nostra associazione che risultano più colpite dalla manovra (Casa di Cura Villa Bianca e Casa di Cura Solatrix).

Anche l'aspetto a noi favorevole dell'intesa, riguardante l'erogazione di prestazioni a favore di cittadini residenti fuori della Provincia di Trento, richiederebbe la possibilità di esaminare con maggiore dettaglio le modalità di erogazione del budget previsto. Inoltre non si risolve il problema della mobilità di pazienti trentini verso le altre regioni sui DRG "critici", in particolare per prestazioni ortopediche, sui quali noi potremmo dare un contributo significativo al miglioramento del bilancio provinciale.

Prima di sottoscrivere l'intesa vorremmo essere rassicurati su quanto sopra esposto: siamo sin d'ora disponibili a ritrovarci con i Suoi dirigenti nei prossimi giorni per i necessari chiarimenti.

In attesa di una cortese risposta alle nostre richieste Le inviamo i più cordiali saluti.

Carlo Stefenelli

Presidente AIOP Provincia di Trento