Sedi Regionali e Provinciali

AIOP VENETO – Audizione in Commissione Consiliare per la Sanità

Marialuisa Lazzari - 26.09.2012 15:18

Con l’avvio dell’iter relativo all’esame del provvedimento di riparto delle risorse alle ULSS, l’AIOP VENETO ha richiesto di essere sentito presso la competente Commissione Consiliare per la sanità.

Nel corso dell’audizione avvenuta il 6 settembre scorso, il Presidente AIOP Veneto, dr. Vittorio Morello, ha espresso forti preoccupazioni per l’intero comparto della sanità privata accreditata che nel corso degli ultimi due anni ha subito insostenibili tagli, in alcune realtà territoriali pari anche al 30% dell’attività erogata.

Il comparto della sanità privata accreditata del Veneto occupa attualmente oltre 5.000 dipendenti, offre prestazioni ad oltre 750.000 cittadini ed ha contribuito in misura determinante a mantenere positivo il saldo di mobilità sanitaria di questa regione, nonostante una presenza del privato accreditato inferiore del 50% rispetto alle altre regioni.

I tagli stabiliti dalle recenti deliberazioni di determinazione dei budget per le strutture accreditate stanno producendo pesanti conseguenze sia sul piano dei livelli occupazionali che su quello dell’erogazione delle prestazioni.

Vittorio Morello ricorda anche che il settore privato accreditato in un contesto di spending review, può avere un ruolo determinante per tutelare il servizio sanitario pubblico. Può fornire, infatti, ai cittadini un servizio di elevata qualità e a costi molto più bassi per la collettività. Recentemente il professor Gabriele Pelissero, Presidente nazionale dell’AIOP, ha presentato il valore per il nostro Paese della sanità privata accreditata evidenziando come a livello nazionale la sanità privata accreditata eroghi il 25% delle prestazioni di ricovero e costi solo il 15% della spesa ospedaliera. Su tali dati e sul contributo della sanità privata accreditata è chiamata a porre le proprie riflessioni e determinazioni.

L’intervento dell’AIOP è poi proseguito con le osservazioni del Vicepresidente, rag. Giuseppe Puntin, in merito alle determinazioni proposte dal provvedimento di riparto del fondo sanitario regionale rispetto all’allestimento e mantenimento di funzioni ospedaliere.