Sedi Regionali e Provinciali

AIOP ABRUZZO – 100 milioni di risarcimento

 - 20.06.2013 18:47




Le parti civili del processo su presunte tangenti nel mondo della sanità abruzzese, che conta tra i 27 imputati l'ex governatore abruzzese Ottaviano Del Turco, hanno chiesto circa cento milioni di euro il risarcimento.

La richiesta è stata avanzata oggi a Pescara, durante il processo.

L’avvocato Tommaso Marchese, in rappresentanza dell'Aiop e delle quattro Case di cura Villa Serena, Pierangeli, Spatocco e Villa Letizia, ha chiesto la condanna di tutti e dieci gli imputati nei confronti dei quali le cliniche private si sono costituite parte civile.

«Chiedo - ha detto Marchese rivolgendosi al Collegio - la condanna per Del Turco, Quarta, Cesarone, Boschetti, Mazzoca, Bucciarelli, Cosenza ed Angelini ad una provisionale di non meno 100mila euro per imputato».

Singolarmente e non come associazione, le cliniche private (Villa Letizia, Spatocco, Villa Serena e Pierangeli), costituitesi parti civili hanno chiesto ai componenti della Giunta Del Turco una cifra di ristoro di un milione di euro per ciascuno dei cinque componenti.

Durante l'arringa, il legale teatino ha citato l'Art.8 del Dlgs 229/92, introdotto dal Ministro Turco, che sarebbe stato violato dagli imputati del Sanitopoli e definito come la "Grundnorm" dei rapporti tra le cliniche convenzionate ed il sistema sanitario nazionale.

Scarica: Rassegna stampa